L'aereo da trasporto giapponese Kawasaki Ki-56

Kawasaki Ki-56

di redazione
Pubblicato: Ultimo aggiornamento il: 107 letture totali

Nel periodo tra le due guerre il Giappone, tecnologicamente arretrato in campo aeronautico, produsse su licenza molti aerei di progetto straniero, spesso americano, a volte ricavando versioni modificate di questi. Solo alla fine degli anni trenta il paese aveva recuperato completamente lo svantaggio, come dimostrano i progetti originali di quel periodo.

Il Ki 56, detto Thalia, pur essendo stato progettato nel 1939 era chiaramente derivato dall’americano Lockheed 14, anche se le modifiche al progetto erano rilevanti. Venne usato come trasporto, dimostrandosi migliore dell’aereo americano da cui era derivato.

Il Kawasaki Ki-56 è un bimotore monoplano ad ala bassa, carrello retrattile e motori radiali.

Principali varianti del Kawasaki Ki-56

  • Ki-56: l’aereo era sostanzialmente basato sull’aereo da trasporto per l’esercito tipo LO, un Lockheed 14-WG3B da esportazione costruito su licenza

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: Giappone
  • Modello: Kawasaki Ki 56
  • Costruttore: Kawasaki Kokuki Kogyo K.K.
  • Tipo: Trasporto  
  • Motore: 

    2 Nakajima Ha-25, radiali a 14 cilindri, raffreddati ad aria, da 990 HP ciascuno.


  • Anno: 1941
  • Apertura alare m.: 19.96
  • Lunghezza m.: 14.90
  • Altezza m.: 3.60
  • Peso al decollo Kg.: 8.025
  • Velocità massima Km/h: 400 a 3.500 m.
  • Quota massima operativa m.: 8.000
  • Autonomia Km:
  • Armamento difensivo:

     

  • Equipaggio: 4

Articoli correlati

Lascia un commento