L'idrovolante Tchetverikov (o Chyetverikov ) MDR-6

Tchetverikov MDR-6

di redazione
Pubblicato: Ultimo aggiornamento il: 158 letture totali

Grazie ad una continua serie di miglioramenti, riguardanti soprattutto le unità motrici, lo MDR-6 rimase in servizio per tutta la durata della guerra senza perdere efficacia.

L’aviazione di marina sovietica per la ricognizione si serviva soprattutto di aerei idrovolanti, e gli MDR-6 furono tra i migliori impiegati.

Il Tchetverikov MDR 6 è un idrovolante a scafo centrale bimotore ad ala alta; i motori sono radiali o in linea a seconda delle versioni.

Principali varianti del Tchetverikov MDR-6

  • MDR-6: prototipo iniziale costruito in un unico esemplare
  • Chye-2: versione in produzione di serie dotata di motori M-63 radiali, ne vennero costruiti 20 in totale
  • MDR-6A: versione ridisegnata con ali di dimensioni inferiori e con due motori Klimov M-105-V-12 a 12 cilindri in linea, raffreddati a liquido
  • MDR-6B1 B-3: tre prototipi derivati dal MDR-6A
  • MAD-6B4 e B-5: due prototipi con scavo di dimensioni maggiori e motori Klimov VK-107

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: URSS
  • Modello: Tchetverikov MDR-6
  • Costruttore: Industrie di Stato
  • Tipo: Ricognizione
  • Motore:

    2 M.63, radiali a 9 cilindri, raffreddati ad aria, da 1.100 HP ciascuno

  • Anno: 1939
  • Apertura alare m.: 19.78
  • Lunghezza m.: 14.68
  • Altezza m.: -
  • Peso al decollo Kg.: 6.790
  • Velocità massima Km/h: 360 a 5.000 m.
  • Quota massima operativa m.: 9.000
  • Autonomia Km: 1.200 
  • Armamento difensivo:

    2 mitragliatrici

     

  • Equipaggio: 5
  • Bibliografia – Riferimenti:
      

Articoli correlati

Lascia un commento