Fiat R.S.14 idrovolante da ricognizione Regia Aeronautica

Fiat R.S.14

di redazione
Pubblicato: Ultimo aggiornamento il: 259 letture totali

Il Fiat RS 14 era pronto per la produzione sin dal 1938, tuttavia la messa a punto fu più lunga del previsto, tanto da ritardare di almeno tre anni l’entrata in servizio dell’aereo.

Previsto per la ricognizione, lo RS 14 venne intensamente utilizzato per tutta la durata della guerra. Data inoltre la possibilità di trasportare un buon carico bellico, venne usato anche per il pattugliamento antisommergibile.

La produzione fu di 152 esemplari, ma solo una decina sopravvissero fino all’8 settembre; questi aerei vennero utilizzati fino al dopoguerra.

Il Fiat RS 14 è un idrovolante a scarponi monoplano ad ala media, propulso da due motori Fiat radiali.

Principali varianti del Fiat R.S.14

  • Prototipi: vennero costruiti due prototipi per valutazioni e test di volo
  • RA.14: versione idrovolante propulsa da due motori Fiat A.74 RC.38 radiali da 840 cavalli; ne vennero costruiti complessivamente 186 esemplari
  • AS.14: versione terrestre dotata di carrello di atterraggio retrattile, ne venne costruito un solo esemplare

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: Italia
  • Modello: Fiat R.S.14
  • Costruttore: CMASA
  • Tipo: Ricognizione
  • Motore:

    2 Fiat A.74 RC 38, radiali a 14 cilindri, raffreddati ad aria, da 840 HP

  • Anno: 1942
  • Apertura alare m.: 19.54
  • Lunghezza m.: 14.10
  • Altezza m.: 5.63
  • Peso al decollo Kg.: 8.470
  • Velocità massima Km/h: 390 a 6.300 m.
  • Quota massima operativa m.: 6.300
  • Autonomia Km: 2.500 
  • Armamento difensivo:

    3 mitragliatrici

  • Equipaggio: 4-5
  • Bibliografia – Riferimenti:
      

Articoli correlati

Lascia un commento