Saiman 202: aereo da collegamento e addestramento italiano

Saiman 202

di redazione
134 letture totali

Il Saiman 202 è un piccolo aereo da collegamento, relativamente diffuso nel conflitto e dotato di buone prestazioni.

Aereo leggerissimo, il 202 venne impiegato per tutta la durata del conflitto e nel dopoguerra l’Aeronautica Militare lo mantenne in servizio fino agli anni cinquanta, quando gli esemplari superstiti vennero ceduti ad aero club privati.

Il Saiman 202 è un monoplano monomotore ad al bassa, con carrello fisso, struttura in legno e rivestimento in legno e tela. Il motore è un Alfa Romeo raffreddato ad aria.

Principali varianti del Saiman 202

  • SAIMAN 202: prototipo: propulso da motore de Havilland Gipsy Major
  • SAIMAN 202bis: versione di produzione destinata all’utilizzo civile
  • SAIMAN 202I: versione voluta con comandi a cloche invece che a volantino, flap sul solo tronco centrale dell’ala, piano di coda a corda costante e bordo d’entrata diritto
  • SAIMAN 202M: versione militare, derivata dalla 202I, prodotta il 365 esemplari

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: Italia
  • Modello: Saiman 202
  • Costruttore: Saiman
  • Tipo: Addestramento Collegamento  
  • Motore: 

    Alfa Romeo 110 a 4 cilindri in linea, raffreddato ad aria, da 120HP


  • Anno: 1936
  • Apertura alare m.: 10.75
  • Lunghezza m.: 7.70
  • Altezza m.: 2.00
  • Peso al decollo Kg.: 930
  • Velocità massima Km/h: 230
  • Quota massima operativa m.: 5.000
  • Autonomia Km: 700 
  • Armamento difensivo:

  • Equipaggio: 2

Articoli correlati

Lascia un commento