Ritrovato un bunker segreto di Winston Churchill - La Seconda Guerra Mondiale

Ritrovato un bunker segreto di Winston Churchill

di redazione
38 letture totali

Nel corso di alcuni lavori di ristrutturazione è stato scoperto, dietro una finta libreria, l’ingresso a un cunicolo che a sua volta conduce e una fitta rete di Bunker. La scoperta è stata fatta nel 2012 ma soltanto adesso si sta iniziando a capirci qualcosa.

Si tratta di una parte di una rete di comunicazione progettata per contrastare la minaccia di un’invasione tedesca della Gran Bretagna, nel 1940 infatti sembrava solo una questione di tempo prima che le truppe naziste iniziassero le operazioni di sbarco. 

Il ritrovamento è ora protetto dal Dipartimento della Cultura del governo Britannico ed è stato dichiarato monumento di interesse nazionale.

Il Bunker aveva anche un suo specifico tunnel per le fughe in caso di emergenza. Si crede che facesse parte di un gruppo di 32 postazioni simili (Zero Stations) costruite nel corso della Seconda Guerra mondiale, di queste ne sono state ritrovate ad oggi soltanto 12 e quella di Norwich è al momento quella in migliori condizioni.

Altro dettaglio dell'ingresso del bunker

Durante il periodo iniziale della guerra venne addestrato un vero esercito di civili per contrastare la possibilità di un’occupazione dell’intera Gran Bretagna o delle zone costiere; i civili selezionati ricevano un addestramento simile a quello delle spie e degli agenti segreti e avrebbero avuto il compito di riferire di tutte le operazioni nemiche. Più di 125 postazioni per operazioni eseguite da civili vennero costruite, spesso semplici nascondigli nascosti tra le mura delle abitazioni.

Questo gruppo di agenti per operazioni speciali venne chiuso, armi ed equipaggiamenti furono recuperati ma le entrate a camere segrete e nascondigli furono occultati. I dettagli sulla costruzione e sulla precisa locazione di queste postazioni era coperta dal massimo riserbo ed esiste pochissima documentazione a riguardo, le informazioni vennero tenute segrete in previsione del caso in cui qualcosa di simile dovesse tornare utile.

La società Historic England è alla ricerca di informazioni su questo argomento e ha invitato chiunque abbia informazioni a riguardo a mettersi in contatto con loro, in particolare i familiari di chi all’epoca era stato coinvolto in queste operazioni segrete e avessi informazioni di dettaglio su questa operazione di controspionaggio preventivo.

Articoli correlati

Lascia un commento