Arado Ar 240: il fallimentare multiruolo della Luftwaffe

Arado Ar 240

di redazione
60 letture totali
www.sas1946.com

Dotato di caratteristiche assai avanzate, come le torrette comandate a distanza e la cabina pressurizzata, l’Arado 240 non superò mai i problemi di instabilità che ne facevano addirittura un aereo insicuro.

Le buone caratteristiche di velocità ed autonomia spinsero a provare l’aereo come ricognitore, caccia notturno e in altri ruoli ancora, ma senza risultati soddisfacenti.

L’Arado 240 è un bimotore ad ala media, carrello retrattile, timoni sdoppiati e motori in linea.

Principali versioni dell’Arado Ar 240

  • Ar 240 A-0: quattro esemplari di pre-produzione
  • Ar 240 B: versione solamente progettata
  • Ar 240 C-1: versione da caccia pesante
  • Ar 240 C-2: versione da caccia notturna
  • Ar 240 C-3: versione da bombardamento leggero
  • Ar 240 C-4: versione da ricognizione da alta quota, successivamente abbandonata in favore della Ar 440
  • Ar 440: versione migliorata con l’allungamento della fusoliera di 90 cm, equipaggiata con motori DB 603G da 1.900 cavalli. La versione definitiva avrebbe dovuto usare i motori DB 627 A/B da 2.000 cavalli. Furono costruiti 4 prototipi in totale ma l’aereo non entrò mai in produzione di serie e il progetto venne cancellato nel 1943

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: Germania
  • Modello: Arado Ar 240
  • Costruttore: Arado Flugzeugwerke GmbH
  • Tipo: Ricognizione  
  • Motore: 

    2 Daimler Benz DB 601 E a 12 cilindri a V raffreddati a liquido, da 1.175 HP ciascuno.


  • Anno: 1940
  • Apertura alare m.: 13.34
  • Lunghezza m.: 12.80
  • Altezza m.: 3.94
  • Peso al decollo Kg.: 9.438
  • Velocità massima Km/h: 618 a 6.000 m.
  • Quota massima operativa m.: 10.500
  • Autonomia Km: 2.000 
  • Armamento difensivo:

    6 mitragliatrici

  • Equipaggio: 2

Articoli correlati

Lascia un commento