Il caccia sperimentale Mikoyan - Gurevich MiG-7

Mikoyan – Gurevich MiG-7

di redazione
45 letture totali

Il MiG-7 era un intercettore ad alta quota, richiesto dalle autorità sovietiche per risolvere il problema dei ricognitori tedeschi che volavano ad altezze irraggiungibili per gli altri caccia dell’Armata Rossa.

Il risultato fu una macchina sofisticata, soprattutto se si tiene conto dei criteri di semplicità costruttiva con cui erano generalmente realizzati gli aerei russi, di costruzione interamente metallica e cabina stagna pressurizzata.

Il motore era dotata di compressore e l’ala era fortemente allungata per evitare uno scadimento delle prestazioni alle alte quote cui doveva operare.

Il MiG-7 è un monoplano monomotore ad ala bassa, carrello retrattile e motore raffreddato a liquido, caratterizzato dai radiatori per il raffreddamento annegati nello spessore dell’ala.

Principali varianti del Mikoyan-Gurevich MiG-7

  • MiG-7: ci furono diversi tentativi di adattare alla cellula del MiG-3 il motore Mikulin AM-37, il prototipo venne completato nel maggio 1941 ma dimostrò di avere problemi di stabilità longitudinale e il propulsore stesso era una fonte continua di problemi. L’invasione tedesca del mese successivo portò alla cancellazione dei lavori di sviluppo del AM-37 dato che si preferì concentrare tutte le risorse sui motori AM-35 e AM-38 che erano già in produzione

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: URSS
  • Modello: Mikoyan-Gurevich MiG-7
  • Costruttore: Industrie di Stato
  • Tipo:  
  • Motore: 

    Klimov M.107A, a 12 cilindri a V, raffreddato a liquido, da 1.700 HP


  • Anno: 1944
  • Apertura alare m.: 13.00
  • Lunghezza m.: 9.50
  • Altezza m.: -
  • Peso al decollo Kg.: 3.750
  • Velocità massima Km/h: 691
  • Quota massima operativa m.: 12.500
  • Autonomia Km:
  • Armamento difensivo:

    1 cannone da 20 mm, 2 mitragliatrici

  • Equipaggio: 1

Articoli correlati

Lascia un commento