Il caccia monomotore monoposto americano Brewster F2A Buffalo

Brewster F2A Buffalo

di redazione
Pubblicato: Ultimo aggiornamento il: 208 letture totali

Il Brewster F2A Buffalo fu il primo caccia monoplano dell’aviazione della marina americana ed in un primo tempo fu dichiarato vincitore del concorso bandito dall’US Navy; dopo poco tempo tuttavia venne sviluppata una versione migliorata del Wildcat precedentemente sconfitto, che dimostrò la sua superiorità sul caccia della Brewster.

Gli F2A vennero comunque prodotti per l’esportazione e servirono in Finlandia, nella guerra contro l’Unione Sovietica, e in Gran Bretagna. Gli inglesi però si resero subito conto che il Buffalo non era all’altezza dei caccia tedeschi e decisero di impiegarli nell’Estremo Oriente contro i giapponesi, ma anche gli zero giapponesi erano ampiamente superiori all’F2A e gli esemplari schierati vennero eliminati in pochi mesi.

Il Buffalo è un monoplano monomotore ad ala media, carrello retrattile e motore raffreddato ad aria.

Principali varianti del Brewster F2A Buffalo

  • XF2A-1: prototipo
  • F2A-1: 11 esemplari costruiti per la marina americana, motore Wright R-1820-34 Cyclone e due cannoni
  • F2A-2: 43 esemplari costruiti per la marina americana e il corpo dei marines, motore Wright Cyclone R-1820-40 Cyclone e 4 cannoni
  • F2A-3: versione migliorata della F2A-2 costruita per la marina americana, autonomia aumentata e possibilità di trasportare due bombe da 45 Kg ciascuna sotto le ali; ne furono costruiti 108 in totale
  • XF2A-4: un esemplare, ottenuto dalla conversione di un F2A-3
  • B-239: versione per l’esportazione derivata dalla F2A-1 con motore Wright R-1820-G5 Cyclone, 44 esemplari venduti alla Finlandia
  • B-339B: versione costruita per l’esportazione in Belgio, ne furono costruiti 40 esemplari di cui 2 effettivamente consegnati al committente e i rimanente acquistati dalla Fleet Air Arm
  • B-339C: versione da esportazione per le Indie Orientali olandesi con motore Wright R-1820-G105 Cyclone; 24 esemplari costruiti
  • B-339D: versione da esportazione per le Indie Orientali olandesi con motore Wright R-1820-40 Cyclone da 1.200 cavalli; 48 esemplari costruiti di cui 47 effettivamente consegnati al committente
  • B-339E: versione da esportazione derivata dalla F2A-2 per la Royal Air Force con motore Wright GR-1820-G-105 Cyclone e denominati Buffalo Mk I in Gran Bretagna. Ne furono costruiti 170 che furono impiegati anche dalla RAAF e dalla RNZAF
  • B-339-23: versione denominata anche B-439, versione da esportazione derivata dalla F2A-3 per le Indie Orientali Olandesi, motore Wright GR-1820-G205A; ne furono costruiti 20 di cui 17 furono impiegati dalla RAAF e gli altri dall’USAAF
  • Buffalo Mk I: denominazione britannica del B-339E

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: USA
  • Modello: Brewster F2A-3 Buffalo
  • Costruttore: Brewster Aeronautical Corp.
  • Tipo:
  • Motore:

    Wright R-1820-40 Cyclone, radiale a 9 cilindri raffreddato ad aria, da 1.200 HP

  • Anno: 1941
  • Apertura alare m.: 10.67
  • Lunghezza m.: 8.02
  • Altezza m.: 3.66
  • Peso al decollo Kg.: 3.247
  • Velocità massima Km/h: 517 a 5.000 m.
  • Quota massima operativa m.: 10.000
  • Autonomia Km: 1.553 
  • Armamento difensivo:

    4 mitragliatrici

     

  • Equipaggio: 1
  • Bibliografia – Riferimenti:
      

Articoli correlati

Lascia un commento