L'aereo da assalto Breda Ba. 88 Lince della Regia Aeronautica

Breda Ba.88

di redazione
94 letture totali

Il Breda Ba 88 venne progettato per il ruolo di assaltatore e, sulla carta, era un aereo dalle caratteristiche promettenti. In realtà si dimostrò fallimentare non solo in questo ruolo, ma addirittura come aereo dato che l’elevata instabilità ne facevano una macchina pericolosa.

Dopo un breve impiego in Africa il Ba 88 venne rapidamente radiato e il tentativo di rimediare ai gravi difetti dell’aereo fu inutile. Nonostante le buone caratteristiche di base infatti ogni tentativo di impiegare militarmente l’aereo non ebbe successo e il Lince è considerato il peggior fallimento di un aereo militare nel corso della Seconda Guerra Mondiale.

Il Breda Ba 88 è un bimotore monoplano ala alta, munito di carrello retrattile e spinto da due motori Piaggio radiali.

Principali varianti del Breda Ba.88

  • Ba.88: versione da ricognizione e attacco al suolo
  • Ba.88M: versione caratterizzata dalle ali allungate di due metri, nuovi motori Fiat A.74 e 4 mitragliatrici da 12.7 collocate a prua. Ne vennero costruiti 3 esemplari
  • Ba.88 bicomando: versione biposto da addestramento. Ne furono costruiti 8 esemplari

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: Italia
  • Modello: Breda Ba.88
  • Costruttore: Società Italiana Ernesto Breda
  • Tipo: Assalto  
  • Motore: 

    2 Piaggio P.XI RC 40, radiali a 14 cilindri raffreddati ad aria, da 1.000 HP ciascuno


  • Anno: 1938
  • Apertura alare m.: 15.60
  • Lunghezza m.: 10.97
  • Altezza m.: 3.10
  • Peso al decollo Kg.: 6.750
  • Velocità massima Km/h: 490
  • Quota massima operativa m.: 8.000
  • Autonomia Km: 1.640 
  • Armamento difensivo:

    4 mitragliatrici

     

  • Equipaggio: 2

Articoli correlati

Lascia un commento