Il quadrimotore della Luftwaffe Junkers Ju 290

Junkers Ju 290

di redazione
Pubblicato: Ultimo aggiornamento il: 200 letture totali

Pur senza riuscire ad essere il bombardiere strategico di cui avrebbe avuto bisogno la Luftwaffe, lo Ju 290 fu un valido aereo, concepito originariamente per il trasporto, ma poi usato anche per la ricognizione ed in ruoli antinave.

Concepito originariamente come bombardiere strategico, l’aereo non venne accettato in questo ruolo e fu presto adibito al trasporto. In questo ruolo si dimostrò prezioso ed alcuni aerei di questo tipo, modificati per aumentarne l’ autonomia, volarono sino in Manciuria portando ai Giapponesi materiali di alto livello tecnologico, e tornando con materie prime come gomma e metalli pregiati che in Germania scarseggiavano.

Alcune versioni vennero create per sostituire il Fw 200 Condor nel pattugliamento marittimo; le principali differenze consistevano nell’ovvia eliminazione della rampa di carico e delle altre parti destinate al trasporto, e nel potenziamento dell’armamento. Fu realizzata una versione armata di un cannone da 80 mm., ed una in grado di trasportare le bombe Hs 293 teleguidate.

Lo Junker 290 è un quadrimotore ad ala bassa, con doppi timoni verticali; i motori sono quattro B.M.W. radiali.

Principali varianti dello Junkers Ju 290

  • Ju 290 A-0: due prototipi costruiti
  • Ju 290 A-1: versione da trasporto, cinque esemplari costruiti
  • Ju 190 A-2: versione da ricognizione marittima a largo raggio, equipaggiata con radar FuG 200
  • Ju 290 A-4: versione simile alla A-2 ma con armamento modificato
  • Ju 290 A-5: versione da ricognizione dotata di maggiore protezione passiva per l’abitacolo e serbatoi di carburante autosigillanti
  • Ju 290 A-7: versione da bombardamento a larghissimo raggio, costruito per il Giappone. Ne vennero realizzati tre esemplari che non furono mai consegnati. Un esemplare di questa serie venne modificato per essere adibito al trasporto di Adolf Hitler, le modifiche riguardavano il miglioramento della corazzatura nell’abitacolo e la creazione di una via di fuga con una botola per permettere al leader nazista di mettersi in salvo in caso di pericolo. L’aereo ultimò tutti i collaudi necessari ma venne distrutto al suolo in un bombardamento alleato prima di poter essere effettivamente impiegato da Hitler.
  • Ju 290 B: versione specializzata per l’impiego ad alta quota

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: Germania
  • Modello: Junkers Ju 290 A-1
  • Costruttore: Junkers Flugzeug und Motorenwerke A.G.
  • Tipo: Trasporto Ricognizione
  • Motore:

    4 B.M.W. 801 L radiali a 14 cilindri, raffreddati ad aria da 1.600 HP

  • Anno: 1942
  • Apertura alare m.: 42.00
  • Lunghezza m.: 28.63
  • Altezza m.: 6.83
  • Peso al decollo Kg.: 40.900
  • Velocità massima Km/h: 439 a 5.800 m.
  • Quota massima operativa m.: 6.000
  • Autonomia Km: 5.280 
  • Armamento difensivo:

    1 mitragliatrice, 6 cannoni da 20 mm.

  • Equipaggio: 7-9
  • Bibliografia – Riferimenti:
      

Articoli correlati

Lascia un commento