Menu

Wespe

Batteria di Wespe impiegati nella battaglia di Kursk Batteria di Wespe impiegati nella battaglia di Kursk By Bundesarchiv, Bild 101I-219-0553A-15 / Koch / CC-BY-SA 3.0

Il Panzer II, il più diffuso carro armato dell'esercito tedesco, aveva già dimostrato di essere inadeguato nel combattimento contro altri carri, soprattutto a causa della scarsa protezione e dell'armamento principale, inadeguato contro le corazzature dei carri medi dell'epoca. Quando, nell'aprile del 1942, venne emanata la richiesta per sviluppare un pezzo di artiglieria semovente da realizzare a partire da veicoli corazzati già disponibili si pensò immediatamente al Panzer II, decidendo di adattarlo per installare un obice da 105 mm.

La progettazione del Wespe iniziò a metà del 1942 e si basava sullo scafo del Panzer II Ausf. F. Per alloggiare l'obice da 105 millimetri il motore venne spostato in avanti, la sovrastruttura aveva una leggera corazza su tre lati, sufficiente a proteggere l'equipaggio dal fuoco della armi leggere. I mezzi vennero costruiti dalla fabbrica FAMO di Varsavia.

Il Wespe venne prodotto dal febbraio 1943 al giugno 1944, quando le truppe sovietiche raggiunsero la frontiera polacca. Ne vennero prodotti 676 esemplari cui vanno aggiunti altri 159 carri, privi di cannone e usati per il trasporto delle munizioni.

Il Wespe conobbe il suo battesimo del fuoco nel 1943 sul fronte russo, dimostrò di avere buone caratteristiche e di essere efficace tanto che Hitler diede l'ordine di sospendere tutte le altre produzioni basate sullo scafo del Panzer II (compreso il Marder II) a favore del Wespe.

Ultima modifica Lunedì, 01 Novembre 2021 17:57

Informazioni aggiuntive

  • Pubblicità:
  • Nome e tipo: Sd.Kfz.124 Wespe
  • Anno: 1943
  • Produzione: 676
  • Motore:

    Maybach HL 62 TR

  • Potenza motore (hp): 140
  • Lunghezza m.: 4.81
  • Larghezza m.: 2.28
  • Altezza m.: 2.32
  • Peso t.: 13.3
  • Velocità su strada Km/h: 40
  • Autonomia Km.: 220
  • Armamento:

    1 obice 10,5 cm leFH 18M L/28 da 105 mm, 1 mitragliatrice MG34 da 7,92 mm

  • Corazzatura max mm.: 40
  • Equipaggio: 5

Altro in Regia Marina

Luigi Cadorna

Incrociatore leggero della Regia Marina italiana, apparteneva alla classe omonima, seconda della classe Condottieri. Durante la Seconda Guerra Mondiale venne impiegato in missioni di scorta ai convogli italiani e tedeschi.
Altro in questa categoria: « Marder I Marder II »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Sezioni

Bibliografia e fonti

Le nazioni in guerra

Risorse & approfondimenti

Informazioni

Follow Us