Il bimotore da bombardamento e trasporto Bristol Bombay

Bristol Bombay

di redazione
51 letture totali

Il prototipo del Bristol Bombay volò per la prima volta nel 1935. Era un aereo che, rispettando le specifiche di progetto, poteva svolgere i compiti di bombardiere e trasporto truppe.

Allo scoppio della guerra era già piuttosto anziano e fu impiegato prevalentemente in Medio Oriente, anche se alcuni esemplari volarono in Grecia e in Gran Bretagna.

Il Bombay è un bimotore monoplano ad ala alta e carrello fisso. La propulsione è affidata a due motori radiali.

Principali varianti del bimotore Bristol Bombay

  • Type 130: prototipo
  • Type 130A Bombay Mk I: versione in produzione di serie impiegata nel bombardamento e nel trasporto tattico, successivamente denominata anche Type 300 Mark II
  • Type 137: versione per il trasporto civile, rimasta allo stadio sperimentale
  • Type 144: versione con carrello retrattile, rimasta allo stadio di progetto

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: Gran Bretagna
  • Modello: Bristol Bombay Mk. I
  • Costruttore: Short & Harland Ltd.
  • Tipo: Trasporto  
  • Motore: 

    2 Bristol Pegasus XXII, radiali a 9 cilindri raffreddati ad aria, 1.010 HP ciascuno.


  • Anno: 1939
  • Apertura alare m.: 29.18
  • Lunghezza m.: 21.10
  • Altezza m.: 27.17
  • Peso al decollo Kg.: 9.060
  • Velocità massima Km/h: 309 a 2.000 m.
  • Quota massima operativa m.: 7.600
  • Autonomia Km: 1.415 
  • Armamento difensivo:

    2 mitragliatrici

     

  • Equipaggio: 4

Articoli correlati

Lascia un commento