Alfred Jodl - La Seconda Guerra Mondiale

Alfred Jodl

di redazione
24 letture totali

Jodl firma la resa dell'esercito tedescoNel 1940 fu promosso generale di corpo d’armata e capo dell’ufficio operazioni dell’OKW su decisione del generale Keitel. In questa posizione ricoprì una parte di grandissima importanza nella preparazione di tutti i piani di guerra tedeschi (“Caso Verde”, contro la Cecoslovacchia, “esercitazione Weser” contro la Norvegia, “Operazione Marita” contro Jugoslavia e Grecia, “Operazione Barbarossa” contro l’Unione Sovietica.

Fu il consigliere militare più ascoltato da Hitler presso il quale godette di una straordinaria fiducia. Nell’estate del 1944 gli successe Guderian e nel 1945 come capo di stato maggiore, ebbe l’incarico di firmare a Reims la resa incondizionata delle forze armate tedesche.

Al processo di Norimberga fu condannato a morte e la sentenza venne eseguita nel 1946. Le autorità giudiziarie della Baviera lo riabilitarono sospendendo la procedura postuma per attività nazista.

Informazioni aggiuntive

  • Data di nascita: 27 Giugno 1891
  • Data di morte: 15 Ottobre 1946
  • Paese: Germania
  • Forza Armata: Esercito
  • Grado: Generale d'armata 

Articoli correlati

Lascia un commento