Il ricognitore idrovolante olandese Fokker T.VIII

Fokker T.VIII

di redazione
28 letture totali

Il Fokker T.VIII non riuscì a combattere contro i tedeschi nell’aeronautica olandese, ma alcuni esemplari rifugiatisi in Inghilterra vennero inquadrati nel Costal Command inglese ed usati in compiti di ricognizione e pattugliamento marittimo. Nello stesso ruolo vennero usati gli esemplari requisiti dalla Luftwaffe che se ne servì nel Mediterraneo e nel Mar del Nord.

L’aereo era un valido idrovolante che, data la capacità di trasportare un consistente carico di bombe, poteva essere usato come ricognitore o come bombardiere.

Il Fokker T.VIII è un idrovolante monoplano ad ala media, con galleggianti a scarponi, propulso da due motori radiali.

Principali varianti dell’idrovolante Fokker T.VIII

  • T.VIII W/G: versione a costruzione mista, lignea e metallica, 19 esemplari costruiti
  • T.VIII W/M: versione completamente metallica, 12 esemplari costruiti
  • T.VIII W/M: versione di dimensioni maggiori e con motori più potenti, be furono ordinati 5 dalla Finlandia che vennero catturati e presi in carico dalla Luftwaffe

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: Olanda
  • Modello: Fokker T.VIII
  • Costruttore: Fokker
  • Tipo: BombardamentoBombardamento 
  • Motore: 

    2 Wright Whirlwind, radiali a 9 cilindri, raffreddati ad aria, da 450 HP ciascuno.


  • Anno: 1940
  • Apertura alare m.: 17.98
  • Lunghezza m.: 13.00
  • Altezza m.: 5.00
  • Peso al decollo Kg.: 5.000
  • Velocità massima Km/h: 285
  • Quota massima operativa m.: 9.600
  • Autonomia Km: 2.750 
  • Armamento difensivo:

    2-3 mitragliatrici

  • Equipaggio: 3

Articoli correlati

Lascia un commento