Menu

Horten Ho 229

Horten Ho 229 Horten Ho 229

Alla fine della guerra i tecnici tedeschi svilupparono una serie di progetti dalle caratteristiche eccezionali; nella maggior parte dei casi questi non arrivarono a completamento prima della fine della guerra, inoltre molti erano destinati ad un probabile fallimento e venivano portati avanti per la disperazione causata dall'imminente sconfitta.

Uno di questi progetti era un bireattore tutt'ala, l'Horten 229, impropriamente noto come Gotha 229.

Un esemplare di questo notevole aereo era stato completato e venne catturato dagli americani che rimasero sbalorditi dalle sue caratteristiche.

Anche oggi l'aereo è piuttosto affascinante, nelle sue forme ricorda gli aerei americani stealth, anche se il paragone è improprio.

Questo aereo era privo di superfici di piani di coda ed il controllo avveniva tramite superfici nelle ali. Le prestazioni dell'aereo sarebbero state probabilmente eccezionali, surclassando sicuramente tutti gli aerei ad elica alleati, ma anche buona parte dei primi reattori comparsi. La velocità e la costruzione in legno lo avrebbero reso ben difficilmente individuabile e intercettabile.

L'armamento era particolarmente pesante: 4 cannoni da 30 mm.

Il Gotha Go 229 è un bombardiere bireattore tutt'ala, completamente privo di piani di coda e timone, carrello di tipo triciclo anteriore. La propulsione è affidata a due turboreattori Junkers Jumo 004 da 900 Kg di spinta.

Principali varianti dello Horten Ho 229

  • H.IX V1: primo prototipo, aliante senza motore
  • H.IX V2: primo prototipo dotato di motori, propulso da due turboreattori Junkers Jumo 004B
  • Ho 229 V3: versione con prese d'aria modificate, motori spostati in avanti per risolvere un problema di bilanciamento longitudinale. L'aereo era quasi completato con i due motori Jumo 004B già installati quando venne catturato dagli Alleati
  • Ho 229 V4: versione da caccia ognitempo biposto rimasta allo stadio di prototipo, in costruzione presso lo stabilimento di Friedrichroda ma alla fine della guerra era stata completata poco più della sezione centrale
  • Ho 229 V5: versione da caccia ognitempo biposto rimasta allo stadio di prototipo, in costruzione presso lo stabilimento di Friedrichroda ma alla fine della guerra era stata completata poco più della sezione centrale
  • Ho 229 V6: versione definitiva in configurazione da caccia monoposto, non completata
  • H.IXb: versione biposto,  proposta per addestramento o caccia notturna, non costruita
  • Ho 229 A-0: versione che prevedeva delle semplificazioni per semplificare la produzione dello Ho 229 V6, non costruita
Ultima modifica Lunedì, 02 Aprile 2018 17:32

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: Germania
  • Modello: Horten Ho 229
  • Costruttore: Gothaer Waggonfabrik
  • Tipo: Caccia Bombardiere
  • Pubblicità:
  • Motore:

    2 Junkers Jumo 004 B da 900 Kg di spinta ciascuno

  • Anno: 1945
  • Apertura alare m.: 16.78
  • Lunghezza m.: 7.47
  • Altezza m.: 2.81
  • Peso al decollo Kg.: 8.500
  • Velocità massima Km/h: 1.000 a 6.100m.
  • Quota massima operativa m.: 15.000
  • Autonomia Km: 1.930
  • Armamento difensivo:

    4 cannoni da 30 mm.

     

  • Equipaggio: 1

Altro in Luftwaffe

Junkers Ju 52

Lo Junker Ju 52 è un trimotore da trasporto a carrello fisso, dal caratteristico rivestimento in metallo ondulato, propulso da tre motori radiali.
Altro in questa categoria: « Arado Ar 234 Junkers Ju 52 »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Sezioni

Bibliografia e fonti

Le nazioni in guerra

Risorse & approfondimenti

Informazioni

Follow Us