Museo Nazionale di Storia Militare della Bulgaria

Museo Nazionale di Storia Militare della Bulgaria

di redazione
55 letture totali

Il museo è controllato dal ministero della difesa bulgaro, è a capo di una struttura che controlla il museo navale di Varna e il museo dell’aviazione di Krumovo. E’ stato istituito ufficialmente nel 1914 e i lavori di raccolta e conservazione sono iniziati due anni dopo.

Il museo è enorme, si estende su una superficie al chiuso di 5.000 metri quadri e conserva oltre un milione di pezzi storici di cui circa 28.000 esposti al pubblico che ripercorrono la storia militare della Bulgaria. La struttura è modernamente attrezzata, ospita mostre temporanee ed è attrezzato con una gigantesca biblioteca, una sala per conferenze, una caffetteria e un caffè.

Il museo militare di sofia

Armi

La collezione di armi del museo è la più ricca e completa della Bulgaria e comprende pezzi che vanno dal IV secolo avanti Cristo per arrivare alle armi più recenti entrate in servizio con l’esercito bulgaro o eserciti stranieri. Sono presenti collezioni dei migliori armaioli dei Balcani e del Medio Oriente a partire dalla metà del XVIII secolo per arrivare ai nostri giorni.
Il museo conserva inoltre le armi personali dei maggiori personaggi della storia bulgara, a partire dalla guerra di liberazione nazionale per  arrivare ai nostri giorni.
Ci sono modelli sperimentali ed armi usate dagli altri stati balcanici così come armi progettate e vendute per i civili. Interessanti sono le collezioni donate al museo e appartenute al principe Alessandro I di Batenberg, di Ferdinando I e dello zar Boris III

Artiglieria e veicoli corazzati

Nella collezione un certo numero di pezzi di artiglieria e di veicoli motorizzati, in uso nell’esercito bulgaro dal 1879 ad oggi. Ci sono anche armamenti analoghi usati dagli eserciti degli stati confinanti

Decorazioni

La collezione di medaglie e decorazioni è la più ricca di Bulgaria, in senso letterale dato che molti dei cimeli esposti al valore simbolico affiancano un notevole valore materiale.

Uniformi

Anche la sezione relativa alle uniformi e agli accessori è la più ricca della Bulgaria, sono esposti sostanzialmente tutti i modelli delle uniformi militari usate nel paese a partire dalla guerra di liberazione nazionale, uniformi militari usate a partire dal XIX secolo fino ad oggi, comprese quelle di alcuni eserciti stranieri; tra le altre l’uniforme del principe Alessandro I di Batenberg, di Ferdinando I e dello zar Boris III. Il museo possiede inoltre uniformi degli eserciti europei dei secoli XIX e XX e altre usate in Africa e negli Stati Uniti.

Bandiere

La collezione di bandiere raccoglie ed espone bandiere ufficiali e non usate dall’esercito bulgaro, un gran numero di trofei e di bandiere di interesse sociale e culturale. Le più antiche risalgono al XIX secolo e sono state usate dai volontari bulgari nella guerra di Crimea.

Sezione aeronautica

La sezione espone un aereo di produzione bulgara derivato dal modello Bleriot, un bombardiere sovietico Tu-2, un aereo da trasporto Li-2, l’onnipresente Il-2 e parti di altri aerei usati durante la Seconda Guerra Mondiale e nella guerra fredda. Nel 2011 il museo ha ricevuto il primo aereo della NATO, un Tornado e un Mig 21UM. Un numero molto maggiore di pezzi di interesse aeronautico sono esposti  nel museo dell’aviazione di Krumovo.

Il museo espone inoltre pezzi di numismatica, album e fotografie, oggetti della vita quotidiana ma comunque legati alla storia militare, equipaggiamenti vari e pezzi riguardati la cavalleria.

Informazioni aggiuntive

Articoli correlati

Lascia un commento