Menu

Walter Krupinski

Soprannominato il conte Punski, ottenne 197 vittorie in 1.100 missioni di guerra, senza mai perdere un gregario. Fu uno dei primi piloti a volare sul Messerschmitt 262.

Walter Krupinski nacque l'11 novembre 1920 a Domnau, città che allora era parte della Prussia orientale e che ora fa parte della Russia. Entrò nella Luftwaffe pochi giorni prima dell'inizio della Seconda Guerra Mondiale; ai corsi di pilotaggio conobbe alcuni di quelli che sarebbero successivamente diventati i protagonisti della Luftwaffe: Walter Nowotny, Hans Joachim Marseille, Paul Galland (fratello del più conosciuto Adolf) e Peter Goring, nipote del feldmaresciallo.

Il suo soprannome, Graf Punski, non ha niente a che vedere con un titolo nobiliare che non ha mai avuto, risale piuttosto alle sue origini prussiane e, probabilmente, al suo modo di fare, di volare e di addestrare i novellini. Durante tutta la sua carriera bellica, infatti, non perse mai un gregario e fece sempre il possibile per aiutare e consigliare i piloti con poca esperienza, uno di questi fu Erich Hartmann, destinato a diventare l'asso degli assi della Luftwaffe.

Assegnato allo JG 52 nel gennaio del 1942, alla fine dello stesso anno aveva già ottenuto 66 vittorie e in considerazione dei suoi successi già in ottobre aveva ottenuto la croce di cavaliere. Promosso capitano, il 5 luglio 1943 raggiunse le 90 vittorie, abbattendo 11 aerei nemici in una sola giornata.

Bundesarchiv Bild 146 2004 0010 Ukraine Günther Rall mit Kameraden

Nella foto qui sopra Krupinski, il secondo da destra, posa per commemorare le duecento vittorie del collega Günther Rall, il secondo da sinistra, nell'agosto 1943

Nella primavera del 1944 venne trasferito dal fronte orientale allo I/JG5 per contrastare i bombardieri diurni americani. Venne successivamente trasferito allo JG 11 e quindi al III/JG 26 come comandate di gruppo. Alla fine della guerra si unì allo JV 44 di Adolf Galland, equipaggiata con Messerschmitt 262 e con questo aereo ottenne le sue ultime due vittorie, il 16 e il 26 aprile 1945.

Nelle sue 1.100 missioni di guerra ottenne 197 vittorie confermate (177 sul fronte orientale e 20 sul fronte occidentale), fu ferito 5 volte e 4 volte dovette paracadutarsi fuori dall'aereo. Catturato dalle truppe statunitensi il 5 maggio 1945, scontò un breve periodo di prigionia e venne rilasciato il 25 settembre 1945.

Dopo la guerra entrò in servizio nell'aeronautica militare della Repubblica Federale tedesca, dovette congedarsi (con il grado di tenente generale) nel 1976, in seguito alle ripercussioni del cosiddetto "scandalo Rudel".

Ultima modifica Mercoledì, 13 Febbraio 2019 13:25

Informazioni aggiuntive

  • Data di Nascita: Giovedì, 11 Novembre 1920
  • Data morte: Sabato, 07 Ottobre 2000
  • Vittorie: 197
  • Forza aerea: Luftwaffe
  • Pubblicità: (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});
  • Decorazioni:

    Distintivo d'oro per i feriti
    Ordine al merito di Germania (1973)
    Croce di ferro di II Classe (13 maggio 1940)
    Croce di ferro di I Classe (18 settembre 1941)
    Croce tedesca in oro (27 agosto 1942)
    Coppa d'onore della Luftwaffe (13 settembre 1942)
    Croce di cavaliere con fronde di quercia (2 marzo 1944)

Altro in questa categoria: « Günther Rall

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Sezioni

Bibliografia e fonti

Le nazioni in guerra

Risorse & approfondimenti

Informazioni

Follow Us