Menu

U-Boat U-32

U-32 in una foto ante-guerra U-32 in una foto ante-guerra This is photograph HU 1011 from the collections of the Imperial War Museums (collection no. 5003-04)

Lo U-32 apparteneva alla classe VIIA, sommergibili di tipo oceanico. Entrò in servizio il 15 aprile 1937 al comando del capitano di Corvetta Werner Lott.

Nel corso della sua carriera bellica lo U-31 prese parte a nove missioni di guerra affondando 20 navi per 116,836 tonnellate e danneggiandone altre cinque per 40,724 GRT.

L'ultima vittima dello U-32 fu il transatlantico Empress of Britain che era stato precedentemente danneggiato in un attacco aereo. Con le sue 42,348 tonnellate il transatlantico è stata la più grande nave a cadere vittima dei siluri dei sommergibili tedeschi nel corso della Seconda Guerra Mondiale.

Venne affondato a Nord Ovest dell'Irlanda in un attacco con cariche di profondità portato dai cacciatorpediniere britannici HMS Harvester e HMS Highlander il 30 ottobre 1940

Navi attaccate

  • 16 settembre 1939, nave Kensingron Court (Regno Unito) 4,862 tonnellate
  • 28 settembre 1939, nave Jern (Norvegia) 875 tonnellate
  • 5 ottobre 1939, nave Marwarri (Regno Unito) 8,063 tonnellate, danneggiata con una mina
  • 6 ottobre 1939, nave Lochgoil (Regno Unito) 9,462, danneggiata con una mina
  • 31 dicembre 1939, nave Luna (Norvegia) 959 tonnellate
  • 2 marzo 1940, nave Lagaholm (Svezia) 2,818 tonnellate
  • 18 giugno 1940, nave Altair (Norvegia) 1,522 tonnellate
  • 18 giugno 1940, nave Nuevo Ons (Spagna) 108 tonnellate
  • 18 giugno 1940, nave Salvora (Spagna) 108 tonnellate
  • 19 giugno 1940, nave Labud (Yugoslavia) 5,334 tonnellate
  • 22 giugno 1940, nave Eli Knudsen (Norvegia) 9,026 tonnellate
  • 30 agosto 1940, nave Chelsea (Regno Unito) 4,804 tonnellate
  • 30 agosto 1940, nave Mil Hill (Regno Unito) 4,318 tonnellate
  • 30 agosto 1940, nave Norne (Norvegia) 3,971 tonnellate
  • 1 settembre 1940, incrociatore HMS Fiji (Royal Navy) 8,000 tonnellate (danneggiato)
  • 22 settembre 1940, nave Collegian (Regno Unito) 7,886 tonnellate (danneggiata)
  • 25 settembre 1940, nave Mabriton (Regno Unito) 6,694 tonnellate
  • 26 settembre 1940, nave Corrientes (Regno Unito) 6,863 tonnellate (danneggiata)
  • 26 settembre 1940, nave Darcoila (Regno Unito) 4,084 tonnellate
  • 26 settembre 1940, nave Tancred (Norvegia) 6,094 tonnellate
  • 28 settembre 1940, nave Empire Ocelot (Regno Unito) 5,759 tonnellate
  • 29 settembre 1940, nave Bassa (Regno Unito) 5,267 tonnellate
  • 30 settembre 1940, nave Haulerwijk (Olanda) 3,278 tonnellate
  • 2 ottobre 1940, nave Kayeson (Regno Unito) 4,606 tonnellate
  • 28 ottobre 1940, transatlantico Empress of Britain (Regno Unito) 42,348 tonnellate
Ultima modifica Domenica, 02 Agosto 2020 16:22

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: Germania
  • Pubblicità:
  • Tipo nave: Sommergibile
  • Classe: VII-A
  • Cantiere:

    DeSchiMAG AG Weser di Brema

  • Data impostazione: 15/03/1936
  • Data Varo: 25/02/1937
  • Data entrata in servizio: 15/04/1937
  • Lunghezza m.: 64.51
  • Larghezza m.: 5.85
  • Immersione m.: 4.37
  • Dislocamento t.: 626 in superficie, 745 in immersione
  • Apparato motore:

    2 motori MAN diesel da 6 cilindri e due motori elettrici Brown, Boveri & Cie, 2 assi, 2 eliche

  • Potenza cav.: 2,300 diesel, 750 elettrico
  • Velocità nodi: 17 in superficie, 8 in immersione
  • Autonomia miglia: 6,200
  • Armamento:

    5 tubi lanciasiluri da 533mm, 11 siluri oppure 26 mine navali, un cannone navale da 88mm, una mitragliera da 20mm anti-aerea

  • Equipaggio: 4 ufficiali, 40-56 sottufficiali e marinai
  • Approfondimenti:

    Profondità testata: 220 metri, emergenza: 230-250 metri

Altro in Kriegsmarine

U-Boat U-33

Lo U-33 era un sommergibile di tipo VIIA, durante la Seconda Guerra Mondiale in tre  missioni di guerra affondò 11 navi, per un tonnellaggio complessivo di 22,931 GRT.
Altro in questa categoria: « U-Boat U-33 U-Boat U-31 »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Sezioni

Bibliografia e fonti

Le nazioni in guerra

Risorse & approfondimenti

Informazioni

Follow Us