Menu

Luigi Cadorna

Incrociatore Luigi Cadorna a Pola Incrociatore Luigi Cadorna a Pola

L'incrociatore leggero Luigi Cadorna entrò in servizio l'11 agosto 1933. Era la prima unità della sua classe che a sua volta apparteneva alla classe di incrociatori Condottieri con cui condivideva tutte le impostazioni del progetto. Venne impiegato nel corso della guerra civile di Spagna e nelle operazioni di invasione dell'Albania nel 1939. Dotato di una corazzatura considerata insufficiente per affrontare uno scontro diretto con squadre avversarie, il Cadorna fu impiegato in ruoli di protezione e scorta per tutto il corso della Seconda Guerra Mondiale.

Nel 1940 le artigliere da 40/39 vennero sostituite con 8 mitragliere da 20/65. Nel 1943 anche le mitragliatrici da 13.2 mm furono sostituite con armi da 20 mm di calibro. Nel 1944 furono rimossi i tubi lanciasiluri. A partire dal gennaio del 1942 venne trasferito a Pola dove fu impiegato in compiti di addestramento. Dopo alcuni lavori venne assegnato alla 8a divisioni incrociatori il 14 giugno 1943.

L'8 settembre si trovava a Taranto, il giorno seguente si diresse a Malta per arrendersi, con la gran parte della flotta italiana.

Dopo la conclusione della Seconda Guerra Mondiale venne lasciato in dotazione alla Marina Militare italiana che lo impiegò soprattutto in compiti di addestramento, ormai obsoleto venne radiato nel 1951.

Ultima modifica Lunedì, 01 Novembre 2021 18:20

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: Italia
  • Pubblicità:
  • Tipo nave: Incrociatore
  • Classe: Luigi Cadorna
  • Cantiere:

    Cantieri Riuniti dell'Adriatico - Trieste

  • Data impostazione: 19/09/1930
  • Data Varo: 30/09/1931
  • Data entrata in servizio: 11/08/1933
  • Lunghezza m.: 169.3
  • Larghezza m.: 15.5
  • Immersione m.: 5.2
  • Dislocamento t.: 7.113 a pieno carico
  • Apparato motore:

    6 caldaie, 2 turbine, 2 eliche

  • Potenza cav.: 95.000
  • Velocità nodi: 36.5
  • Autonomia miglia: 2.930 a 16 nodi
  • Armamento:

    8 cannoni da 152/53, 6 cannoni 100/47 in tre installazioni binate, 8 mitragliere da 37/54 in quattro installazioni binate, 8 mitragliatrici da 13.2 in quattro installazioni binate, 4 tubi lanciasiluri, 2 lanciabombe antisommergibile, 2 idrovolanti IMAM Ro.43

  • Corazzatura:

    Orizzontale 20mm, verticale 24mm, artigliere 23mm, torrione 40mm

  • Equipaggio: 507 di cui 19 ufficiali

Altro in Regia Marina

Armando Diaz

Incrociatore leggero della Regia Marina italiana, apparteneva alla classe Luigi Cadorna,del tipo Condottieri. Venne affondato il 25 febbraio 1941 da un siluro lanciato dal sommergibile britannico HMS Upright.
Altro in questa categoria: « Bartolomeo Colleoni Armando Diaz »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Sezioni

Bibliografia e fonti

Le nazioni in guerra

Risorse & approfondimenti

Informazioni

Follow Us