Carl Spaatz, comandante delle forze aeree americane in Europa

Carl Spaatz

di redazione
40 letture totali

Carl Spaatz Air Force photoGenerale dell’aeronautica militare americana (1891 – 1974)
Spaatz fu il vero ispiratore e artefice della guerra aerea americana e tutte le più importanti operazioni americane di bombardamento aereo recano la sua impronta.
Nel 1942 fu nominato, per esperienza aerea e tecnica di volo, Capo Supremo della forza aerea americana nel settore europeo. Le sue idee lo portarono a considerare la superiorità dei bombardieri rispetto ai caccia, convinto che la supremazia nei cieli fosse la chiave per vincere la guerra, Spaatz si batté strenuamente per bombardare dal cielo la Germania, certo che fosse il modo più rapido per porre fine al conflitto: venne così a scontrarsi con l’Alto Comando Alleato, che preferiva i piani di invasione e la distruzione delle vie di comunicazione piuttosto che il bombardamento delle industrie belliche e delle raffinerie sul suolo nemico.

Nel 1945 fu nominato Comandante Generale delle forze aeree del Pacifico, col compito di pianificare e dirigere le ultime fasi del bombardamento strategico sul Giappone. Sembra certo però che si oppose allo sganciamento delle due atomiche su Hiroshima e Nagasaki, pur non potendo impedire le missioni.

Informazioni aggiuntive

  • Data di nascita: 27 Giugno 1891
  • Data di morte: 13 Luglio 1974
  • Paese: Stati Uniti
  • Forza Armata: Aeronautica
  • Grado: Generale 

Articoli correlati

Lascia un commento