Menu

Junkers Ju 86

Junkers Ju 86 Junkers Ju 86

Lo Junkers Ju 86 era un bimotore che poteva servire da trasporto o bombardiere. In alcune versioni furono sperimentati motori di tipo diesel che incrementavano notevolmente l'autonomia, ma che non furono mai completamente affidabili.

L'impiego operativo fu piuttosto limitato dato che venne ben presto sostituito da aerei più moderni, come lo Heinkel 111, tuttavia lo Ju 86 ebbe il merito di essere il primo bombardiere valido della Luftwaffe, in attesa delle macchine di nuova generazione.

Lo Junkers Ju 86 è un bimotore ad ala bassa, carrello retrattile, propulso da due motori radiali.

Principali varianti dello Junkers Ju 86

  • Ju 86 abl: primo prototipo della versione da bombardamento
  • Ju 86 bal: secondo prototipo, in configurazione da trasporto
  • Ju 86 cb: terzo prototipo, in configurazione da bombardamento
  • Ju 86 V4: prototipo per la versione da trasporto commerciale Ju 86B
  • Ju 86 V5: prototipo per la versione da bombardamento Ju 86A
  • Ju 86 A-0: denominazione assegnata a 13 esemplari di pre-produzione della versione da bombardamento
  • Ju 86 A-1: versione iniziale da bombardamento
  • Ju 86 B-0: denominazione assegnata a sette esemplari di pre-produzione
  • Ju 86 C-1: denominazione usata per sei esemplari della Lufthansa, propulsi con motori Junkers Jumo 205C diesel
  • Ju 86 D-1: versione da bombardamento
  • Ju 86 E-1: versione da bombardamento per la Luftwaffe con motori BMW 132F radiali
  • Ju 86 E-2: versione propulsa da due motori BMW 132N radiali
  • Ju 86 G-1: versione dotata di muso vetrato arrotondato
  • Ju 86 E-2: versione migliorata della E-2
  • Ju 86 K-1: versione da esportazioni per Sud Africa e Svezia
  • Ju 86 K-2: versione da esportazione per l'Ungheria
  • Ju 86 K-4: versione da esportazione prodotta per la Svezia, identica alla K-1 ma con motori inglesi Bristol Pegasus III
  • Ju 86 K-5: versione prodotta in Svezia su licenza con motori Bristol Pegasus XII
  • Ju 86 K-6: versione da esportazione per Portogallo e Cile
  • Ju 86 K-7: versione da esportazione costruita per l'aviazione austriaca con motori BMW 132 radiali
  • Ju 86 K-13: versione prodotta in Svezia su licenza con motori Pegasus prodotti in Svezia o in Polonia
  • Ju 86 P-1: versione da bombardamento da alta quota, con motori Jumo 207 diesel con turbocompressori
  • Ju 86 P-2: versione da foto ricognizione da alta quota che manteneva il vano e tutto l'equipaggiamento per il bombardamento. Stessa motorizzazione della P-1
  • Ju 86 R-1: versione da ricognizione da alta quota con i motori Junkers Jumo 207 diesel
  • Ju 86 R-2: versione da bombardamento da alta quota
  • Ju 86 R-3: versione con motori Jumo 208
  • Ju 86 Z: versione da esportazione per uso civile
  • Ju 186: versione proposta in configurazione quadrimotore, pensata per il bombardamento da alta quota, rimasta allo stadio di progetto
  • Ju 286: versione proposta in configurazione esamotore, pensata per il bombardamento da alta quota, rimasta allo stadio di progetto
  • K 85: versione proposta per l'aeronautica svedese in configurazione da siluramento
Ultima modifica Domenica, 28 Ottobre 2018 19:23

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: Germania
  • Modello: Junkers Ju 86 E-1
  • Costruttore: Junkers Flugzeug und Motorenwerke A.G.
  • Tipo: Bombamento, Trasporto
  • Pubblicità:
  • Motore:

    2 B.M.W. 132 F, radiali a 9 cilindri raffreddati ad aria, 810 HP

  • Anno: 1937
  • Apertura alare m.: 22.47
  • Lunghezza m.: 17.85
  • Altezza m.: 5.05
  • Peso al decollo Kg.: 8.190
  • Velocità massima Km/h: 360 a 4.000 m.
  • Quota massima operativa m.: 7.500
  • Autonomia Km: 1.400
  • Armamento difensivo:

    3 mitragliatrici

     

  • Carico utile Kg.: 1.000
  • Equipaggio: 4

Altro in Luftwaffe

Junkers Ju 87

Lo Junker 87 è un monoplano a carrello fisso, con ala bassa a gabbiano invertito e motore raffreddato a liquido. Fu usato nel bombardamento in picchiata e nell'attacco al suolo.
Altro in questa categoria: « Henschel Hs 123 Dornier Do 217 »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Sezioni

Bibliografia e fonti

Le nazioni in guerra

Risorse & approfondimenti

Informazioni

Follow Us