Menu

Dunkirk

Dunkirk Dunkirk Utente:Jack28 - Trailer ufficiale, Copyrighted

dunkirkIl film di Cristopher Nolan nasce da un progetto nato 25 anni fa e il risultato è magnifico. Il film deve essere visto al cinema, il formato, la definizione, la colonna sonora e la fotografia meritano di essere godute sul grande schermo.

Il film è costato moltissimo e bisogna riconoscere a Nolan e alla produzione il coraggio di molte scelte. Dunkirk è un film rigoroso dal punto di vista storico che non fa compromessi con lo spettatore, non ci sono storie d'amore, non ci sono grandi eroi spaccamontagne, gli effetti spettacolari sono credibili e realistici, è un film storico, con una trama complessa e interessante che racconta dell'evacuazione delle truppe alleate (principalmente inglesi) dalla costa francese quando nel 1940 furono accerchiate dall'avanzata tedesca in Francia. I protagonisti sono uomini che hanno partecipato a questa battaglia, non erano persone in grado di cambiare il corso degli eventi ma hanno a loro modo contribuito all'impresa.

Siamo nel 1940 e l'inarrestabile avanzata tedesca nei Paesi Bassi e in Francia ha accerchiato il contingente britannico sul continente isolandolo a Dunkerque, qui le truppe alleate attendono di essere evacuate e trasferite in Gran Bretagna, la trama del film si svolge su tre filoni narrativi intrecciati tra loro. E' la storia di 400.000 uomini accerchiati e di come la maggior parte di loro riuscì ad essere portata in Gran Bretagna.

Sul molo

Tommy è un soldato inglese che si salva miracolosamente dal fuoco tedesco nelle strade della cittadina di Dunkerque, raggiunge la spiaggia e vede sconsolato le interminabili file di militari che attendono il loro turno per essere imbarcati e riportati in Gran Bretagna. Non è un eroe, vuole salvare la pelle e così insieme a Gibson finge di essere un infermiere e carica su una barella un militare morto per poter scavalcare la fila. I due riescono a salire sulla prima nave ma vengono fatti scendere e si nascondo sotto il molo pensando di salire di nascosto sulla nave successiva.
Aerei tedeschi attaccano e colpiscono la prima nave, nella confusione che ne segue Tommy riesce a salvare Alex e i tre riescono a salire su una seconda nave che parte per superare il canale della Manica ma viene silurata da un sommergibile tedesco e i tre riescono fortunosamente a tornare a riva.

Il giorno seguente Tommy, Alex e Gibson si uniscono a un gruppo di soldati scozzesi, il piano è aspettare l'alta marea e di fuggire su una barca arenata sulla spiaggia. Il relitto viene usato dai tedeschi come bersaglio e così quando lo mettono in mare fatica a stare a galla, nasce un diverbio e Gibson viene accusato dagli altri di essere una spia tedesca e così confessa di essere francese e di aver rubato la piastrina di riconoscimento di un soldato morto per riuscire a mettersi in salvo. La carretta affonda e Gibson affoga, Alex e Tommy si dirigono a nuoto verso un dragamine ma questo viene affondato da un bombardiere tedesco; è solo l'intervento del signor Dawson che mette in salvo i due, insieme ad altri soldati, e li riporta sul suolo britannico.
Qui i due temono di essere considerati dei vigliacchi e di finire nei guai per essersi sottratti al combattimento ma vengono invece accolti come eroi.

In mare

Alla radio Churchill spiega di non aver accettato di arrendersi alla Germania, il primo ministro britannico spiega che spera di riuscire a mettere in salvo 30.000 uomini tra tutti quelli che sono rimasti accerchiati sulla costa francese, la Royal Navy sarà impegnata soprattutto a difendere l'isola e così i civili proprietari di imbarcazioni vengono invitati a collaborare con le operazioni di evacuazione. Il signor Dawson e suo figlio Peter senza esitare salgono sulla loro barchetta, decisi a mettersi in rotta verso Dunkerque, a loro si unisce George, un amico di Peter che vuole contribuire e dare una mano.

Lunga la rotta per la costa francese si imbattono in un relitto capovolto, in equilibrio sulla chiglia c'è un soldato inglese, l'unico sopravvissuto e i tre riescono a trarlo in salvo. Quando capisce che la barca è diretta verso la Francia il soldato, in evidente stato di shock, reagisce violentemente e colpisce George che viene medicato da Peter ma perde la vista. Vedono uno Spitfire precipitare in mare e riescono a salvare il pilota, Collins. Proseguono e si imbattono in un dragamine che viene colpito dai bombardieri tedeschi, nonostante il pericolo mettono in salvo tutti gli uomini che riescono a imbarcare tra cui Tommy e Alex.

Finalmente diretti verso le coste britanniche scoprono che Alex è morto, raggiunto il Dorset vengono ringraziati per il loro gesto eroico mentre il corpo di George viene portato via, il giorno seguente Peter mostra al padre un giornale che pubblica una foto di George definendolo come un eroe.

In aria

Farrier, Collins e il loro caposquadra sono in volo sui loro tre Spitfire per dare supporto alle truppe rimaste intrappolata sulle spiagge francesi. Farrier è l'indicatore del livello del carburante guasto ma continua a volare. Un Messerschmitt 109 abbatte l'aereo del caposquadra e Farrier assume il comando dei due aerei superstiti che riescono ad abbattere un aereo tedesco ma l'aereo di Collins viene danneggiato e il pilota è costretto ad ammarare nella Manica.

Rimasto isolato Farrier continua a volare e rimane a protezione di un dragamine attaccando alcuni aerei tedeschi, si dirige verso la costa francese e riesce a colpire uno degli aerei tedeschi che stava attaccando le truppe a terra ma finalmente il carburante si esaurisce e il pilota inglese è costretto ad un atterraggio forzato sulla spiaggia. Farrier dà fuoco al suo aereo e viene preso prigioniero dei tedeschi.

Ci è voluto coraggio per realizzare un film del genere e il risultato è magnifico. Il soggetto non rappresenta una grande vittoria, gli americani non sono nemmeno coinvolti, i grandi personaggi non appaiono neppure sullo sfondo... Nolan ha usato tutto il film per mostrare il punto di vista dei soldati e lo ha fatto con un grande impiego di mezzi.

E' un film molto costoso realizzato usando un gran numero di navi, aerei, comparse, modellini e tecnologie all'avanguardia, tutto il film è girato in formato IMAX ed è questo uno dei motivi per cui merita di essere visto al cinema. E' stato accolto trionfalmente dalla critica e sembra destinato a un buon successo anche di pubblico. Il film dovrebbe uscire alla fine di agosto 2017 anche in Italia.

Ultima modifica Mercoledì, 30 Agosto 2017 12:07

Informazioni aggiuntive

  • Pubblicità:
  • Titolo Originale: Dunkirk
  • Anno: 2017
  • Paese di produzione: Regno Unito, Stati Uniti d'America, Paesi Bassi, Francia
  • Regia: Christopher Nolan
  • Durata: 106 minuti
  • Principali interpreti:

    Fionn Whitehead: Tommy
    Tom Glynn-Carney: Peter
    Jack Lowden: Collins
    Harry Styles: Alex
    Aneurin Barnard: Gibson
    James D'Arcy: Colonnello Winnant
    Barry Keoghan: George
    Kenneth Branagh: Comandante Bolton
    Cillian Murphy: soldato sotto shock
    Mark Rylance: Mr. Dawson
    Tom Hardy: Farrier

Altro in questa categoria: « Tributo alla Regia Aeronautica

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Sezioni

Bibliografia e fonti

Le nazioni in guerra

Risorse & approfondimenti

Informazioni

Follow Us