Menu

U-Boat U-37

Lo U-37 a Wilhemshaven By Bundesarchiv, Bild 101II-MW-5613-03A / Tews / CC-BY-SA 3.0, CC BY-SA 3.0 de Lo U-37 a Wilhemshaven By Bundesarchiv, Bild 101II-MW-5613-03A / Tews / CC-BY-SA 3.0, CC BY-SA 3.0 de

 Entrato in servizio il 4 agosto 1938 al comando del tenente di vascello Heinrich Schuch, lo U-37 era un sommergibile di tipo IXA. Tra l'agosto del 1939 e il marzo del 1941, nel corso di 11 missioni di guerra, lo U-boot affondò 53 navi mercantili, per un totale di 200,124 tonnellate di stazza. Affondò inoltre 2 navi da guerra: la britannica HMS Penzance e il sommergibile francese Sfax (Q182). Lo U-37 venne quindi ritirato dalla prima linea e impiegato in compiti di addestramento. Il battello venne affondato dall'equipaggio l'8 maggio 1945.

Nella classifica degli u-boat di maggior successo della Seconda Guerra Mondiale occupa la sesta posizione

Navi attaccate

  • 8 settembre 1939, nave Vistula (Svezia) 1,018 tonnellate
  • 12 ottobre 1939, nave Aris (Grecia) 4,810 tonnellate
  • 15 ottobre 1939, nave Vermont (Francia) 5,186 tonnellate
  • 17 ottobre 1939, nave Yorkshire (Regno Unito) 10,183 tonnellate
  • 24 ottobre 1939, nave Ledbury (Regno Unito) 3,528 tonnellate
  • 24 ottobre 1939, nave Menin Ridge (Regno Unito) 2,474 tonnellate
  • 24 ottobre 1939, nave Tafna (Regno Unito) 4,413 tonnellate
  • 30 ottobre 1939, nave Thrasyvoulos (Grecia) 3,693 tonnellate
  • 4 febbraio 1940, nave Hop (Norvegia), 1,365 tonnellate
  • 4 febbraio 1940, nave Leo Dawson (Regno Unito), 4,330 tonnellate
  • 10 febbraio 1940, nave Sijia (norvegia), 1,259 tonnellate
  • 11 febbraio 1940, nave Togimo (Regno Unito), 290 tonnellate
  • 15 febbraio 1940, nave Aase (Danimarca), 1,206 tonnellate
  • 17 febbraio 1940, nave Pyrrhus (Regno Unito), 7,418 tonnellate
  • 18 febbraio 1940, nave Elin (Grecia), 4,917 tonnellate
  • 18 febbraio 1940, nave PLM 15 (Francia) 3,754 tonnellate
  • 10 aprile 1940, nave Sveaborg (Svezia), 9,706  tonnellate
  • 10 aprile 1940, nave Tosca (Norvegia) 5,128 tonnellate
  • 12 aprile 1940, nave Stancliffe (Regno Unito), 4,511 tonnellate
  • 19 maggio 1940, Erik Frisell (Svezia) 5,006 tonnellate
  • 22 maggio 1940, nave Dunster Grange (Regno Unito) 9,494 (Danneggiata)
  • 24 maggio 1940, nave Kyma (Grecaia), 3,994 tonnellate
  • 27 maggio 1940, nave Sheaf Mead (Regno Unito), 5,008 tonnellate
  • 27 maggio 1940, nave Uruguay (Argentina), 3,425 tonnellate
  • 28 maggio 1940, nave Brazza (Francia), 10,387 tonnellate
  • 28 maggio 1940, nave Julien (Francia), 177 tonnellate
  • 28 maggio 1940, nave Maria Rosé (Francia), 2,477 tonnellate
  • 29 maggio 1940, nave Telena (Regno Unito), 7,406 tonnellate
  • 1 giugno 1940, nave Ioanna (Grecia), 950 tonnellate
  • 3 giugno 1940, nave Snabb (Finlandia), 2,317 tonnellate
  • 8 agosto 1940, nave Upwey Grange (Regno Unito), 9,130 tonnellate
  • 22 agosto 1940, nave Keret (Norvegia), 1,718 tonnellate
  • 23 agosto 1940, nave Severn Leigh (Regno Unito), 5,242 tonnellate
  • 24 agosto 1940, nave Brookwood (Regno Unito), 5,100 tonnellate
  • 24 agosto 1940, nave da guerra HMS Penzance (Royal Navy), 1,025 tonnellate
  • 25 agosto 1940, nave Blairmore (Regno Unito), 4,141 tonnellate
  • 25 agosto 1940, nave Yewcrest (Regno Unito), 3,409 tonnellate
  • 25 agosto 1940, nave Thoedoros T (Grecia), 3,409 tonnellate
  • 27 settembre 1940, nave Georges Mabro (Egitto), 2,555 tonnellate
  • 28 settembre 1940, nave Corrientes (Regno Unito), 6,863 tonnellate
  • 30 settembre 1940, nave Heminge (Regno Unito), 2,499 tonnellate
  • 30 settembre 1940, nave Samala (Regno Unito), 5,390 tonnellate
  • 6 ottobre 1940, nave British General (Regno Unito), 6,989 tonnellate
  • 13 ottobre 1940, nave Sangrant (Regno Unito), 5,804 tonnellate
  • 1 dicembre 1940, nave Palmella (Regno Unito), 1,578 tonnellate
  • 2 dicembre 1940, nave Gwalia (Svezia), 1,258 tonnellate
  • 2 dicembre 1940, nave Jeanne M. (Regno Unito), 2,465 tonnellate
  • 16 dicembre 1940, nave San Carlos (Spagna), 223 tonnellate
  • 19 dicembre 1940, nave Rhône (Francia di Vichy), 2,785 tonnellate
  • 19 dicembre 1940, nave Sfax (Q 182) (Marina militare della Francia di Vichy), 1,379 tonnellate
  • 9 febbraio 1941, nave Courland (Regno Unito), 1,325 tonnellate
  • 9 febbraio 1941, nave Estrellano (Regno Unito), 1,983 tonnellate
  • 10 febbraio 1940, nave Brandeburg (Regno Unito), 1473 tonnellate
  • 7 marzo 1941, nave Mentor (Grecia), 3.050 tonnellate
  • 12 marzo 1941, nave Petursey (Islanda), 91 tonnellate
Ultima modifica Lunedì, 05 Aprile 2021 17:34

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: Germania
  • Pubblicità:
  • Tipo nave: Sommergibile
  • Classe: IX-A
  • Cantiere:

    DeSchiMAG AG Weser, Brema

  • Data impostazione: 15/03/1937
  • Data Varo: 14/05/1938
  • Data entrata in servizio: 04/08/1938
  • Lunghezza m.: 76.60
  • Larghezza m.: 6.51
  • Immersione m.: 4.70
  • Dislocamento t.: 1,035 in superficie, 1,153 in immersione
  • Apparato motore:

    2 motori MAN diesel da 6 cilindri e due motori elettrici Brown, Boveri & Cie, 2 assi, 2 eliche

  • Potenza cav.: 2,300 diesel, 750 elettrico
  • Velocità nodi: 17 in superficie, 8 in immersione
  • Autonomia miglia: 10,500
  • Armamento:

    6 tubi lanciasiluri da 533mm, un cannone navale da 105mm, una mitragliera da 37mm anti-aerea, una mitragliera da binata da 20mm anti-aerea

  • Equipaggio: 4 ufficiali, 44 sottufficiali e marinai
  • Approfondimenti:

    Profondità testata: 230 metri, emergenza: 230-250 metri

Altro in Musei

OMAR Mine Museum

Lo OMAR (Organization Mine Clearance and Afghan Rehabilitation) Mine Museum si trova a Kabul, in Afghanistan, espone 8 velivoli, 51 tipi di mina tra quelle usate nel paese.
Altro in questa categoria: « U-Boat U-36 U-Boat U-41 »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Sezioni

Bibliografia e fonti

Le nazioni in guerra

Risorse & approfondimenti

Informazioni

Follow Us