Menu

Westland Lysander

Westland Lysander Westland Lysander

Il progetto di questo aereo da collegamento, concepito a metà degli anni trenta, si dimostrò talmente valido che l’apparecchio rimase in servizio per tutta la durata del conflitto.

Il termine "collegamento", nel caso del Lysander, comprende in realtà la capacità di assolvere i compiti più disparati, dalla ricognizione alla direzione del tiro d' artiglieria, al soccorso; alcuni aerei vennero persino usati in combattimenti aerei e come bombardieri, ma la dote principale di questo aereo era la capacità di effettuare decolli e atterraggi eccezionalmente corti, e questa veniva sfruttata nell'insolito compito del trasporto di spie in territorio nemico.

Il Lysander è un monoplano monomotore ad ala alta, struttura metallica e rivestimento in tela, con carrello fisso e motore raffreddato ad aria. Complessivamente furono costruiti 1.786 Lysander compresi 225 esemplari costruiti su licenza in Canada alla fine degli anni trenta.

Principali varianti del Westland Lysander

  • Lysander Mk I: versione con motore Bristol Mercury XII radiale da 890 cavalli, armata con due mitragliatrici Browning da 7.7mm in caccia e una mitragliatrice Lewis o Vickers dello stesso calibro brandeggiabile in posizione difensiva nella parte posteriore della cabina. Poteva trasportare 227 chili di bombe e nella parte posteriore della fusoliera aveva attacchi per portare 4 bombe da 9 Kg
  • Lysander TT Mk I: designazione assegnata agli esemplari Mk I convertiti al traino bersagli per addestramento
  • Lysander Mk II: versione con motore Bristol Perseus XII, radiale con valvole a fodero da 905 cavalli
  • Lysander TT Mk II: designazione assegnata agli esemplari Mk II convertiti al traino bersagli per addestramento
  • Lysander Mk III: motore Bristol Mercury XX o XXX, radiale da 870 cavalli, due mitragliatrici binate nella postazione difensiva. Ne vennero costruiti 350, consegnati ai reparti a partire dal luglio 1940
  • Lysander Mk IIIA: versione simile alla Mk I ma con motore Bristole Mercury XX e due mitragliatrici da 7.7mm nella postazione difensiva posteriore
  • Lysander Mk III SCW: la sigla indica Special Contract Westland, versione specializzata per trasporto di agenti in operazioni clandestine, priva di armamento e dotata di un serbatoio supplementare da 150 galloni e una scaletta esterna, fissa, sul lato della fusoliera
  • Lysander TT Mk III: designazione assegnata agli esemplari Mk III convertiti al traino bersagli per addestramento
  • Lysander TT Mk IIIA: 100 esemplari costruiti espressamente per il traino bersagli
  • P.12 Lysander Delanne: designazione assegnata ad un Lysander II in cui venne sperimentata una torretta armata con 4 mitragliatrici, una soluzione simile al Bolton Paul Defiant o al Blackburn Roc. L'aereo manteneva la stessa ala ma per eliminare la deriva di coda utilizzava un doppio impennaggio Delanne
  • Senza nome: nel corso del 1940 almeno un esemplare venne armato con cannoni da 20mm al posto delle mitragliatrici da 7.7mm in posizione fissa. La versione era pensata per l'attacco al suolo contro le truppe tedesche che sembrano pronte all'invasione della Gran Bretagna.
Ultima modifica Domenica, 26 Agosto 2018 10:08

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: Gran Bretagna
  • Modello: Westland Lysander Mk. I
  • Costruttore: Westland Aircraft Ltd.
  • Tipo: Collegamento
  • Pubblicità:
  • Motore:

    Bristol Merkury XII, radiale a 9 cilindri, raffreddato ad aria da 890 HP.

  • Anno: 1938
  • Apertura alare m.: 15.24
  • Lunghezza m.: 9.29
  • Altezza m.: 3.50
  • Peso al decollo Kg.: 2.685
  • Velocità massima Km/h: 369 a 3.000 m.
  • Quota massima operativa m.: 7.900
  • Autonomia Km: 965
  • Armamento difensivo:

    3 mitragliatrici

     

  • Carico utile Kg.: -
  • Equipaggio: 2

Altro in Royal Air Force

Fairey Firefly

Il Firefly è un monomotore monoplano ad ala bassa, con carrello retrattile e motore raffreddato a liquido, destinato all'impiego su portaerei.
Altro in questa categoria: « Supermarine Walrus Fairey Firefly »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Sezioni

Bibliografia e fonti

Le nazioni in guerra

Risorse & approfondimenti

Informazioni

Follow Us