Menu

Fiat B.R.20

Fiat B.R.20 Fiat B.R.20

Il Fiat BR.20 appartiene a quel gruppo di aerei che crearono in Italia l'illusione di avere il primato tecnologico sulle altre nazioni. Effettivamente, all'epoca del progetto, il BR 20 si rivelò una macchina molto avanzata, ma già superata allo scoppio della guerra. A dimostrazione di come i generali italiani vivessero nei sogni, va ricordata la tragica iniziativa del Corpo Aereo Italiano in Belgio, quanto il meglio dell'aeronautica italiana venne mandato a dar man forte agli alleati della Luftwaffe contro la R.A.F..

Chiaramente i vari trimotori e biplani spediti allo sbaraglio, non potevano competere col meglio della tecnologia britannica tra questi anche il Br 20 fece una ben misera figura dimostrandosi un ottimo bersaglio per i caccia del Fighter Command.

Il BR 20 è un bimotore monoplano ad ala bassa, carrello retrattile, spinto da due motori Fiat radiali. La sua struttura è interamente metallico, con rivestimento misto in tela e leghe leggere.

Principali varianti del Fiat B.R.20

  • BR.20: prima versione in produzione di massa, 233 esemplari costruiti
  • BR.20A: versione civile, era priva di tutto l'equipaggiamento militare ed aveva il muso leggermente più arrotondato ed aveva una maggiore autonomia. Ne vennero costruiti due esemplari per partecipare a una competizione aerea
  • BR.20L: variante civile a lunga autonomia. Effettuò un volo Roma - Addis Abeba senza scali intermedi volando ad una velocità media di 404 Km/h
  • BR.20M: variante da bombardamento, in produzione a partire dal 1940. Era caratterizzata dal un muso allungato e dalle migliori caratteristiche aerodinamiche. A prua adottava una torretta difensiva Fiat H. Ne vennero prodotti complessivamente 264 esemplari.
  • B.R.20C: venne costruito un solo esemplare di questa variante sperimentale che era armata con un cannone da 37mm in prua
  • B.R.20bis: evoluzione del modello originale, adottava motori Fiat A.82 RC 42, aveva un muso vetrato completamente ridisegnato, nuovi impennaggi e ruotino di coda rettrattile. Ne vennero costruiti 15 esemplari fino al luglio 1943
Ultima modifica Domenica, 16 Settembre 2018 12:29

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: Italia
  • Modello: Fiat B.R.20
  • Costruttore: Fiat S.A.
  • Tipo: Bombamento
  • Pubblicità:
  • Motore:

    2 Fiat A.80 RC 41, radiali a 18 cilindri, raffreddati ad aria, da 1.000 HP ciascuno

  • Anno: 1937
  • Apertura alare m.: 21.56
  • Lunghezza m.: 16.10
  • Altezza m.: 4.30
  • Peso al decollo Kg.: 9.900
  • Velocità massima Km/h: 432 a 5.000 m.
  • Quota massima operativa m.: 9.000
  • Autonomia Km: 3.000
  • Armamento difensivo:

    3 mitragliatrici

     

  • Carico utile Kg.: 1.600
  • Equipaggio: 5

Altro in Regia Aeronautica

Savoia-Marchetti S.M.79

Lo SM 79 è un trimotore monoplano ad ala bassa, con struttura e rivestimento misti, in legno e metallo e legno e tela. La caratteristica soprelevazione della cabina di pilotaggio fece conoscere universalmente lo SM 79 col soprannome di "gobbo"
Altro in questa categoria: « Breda Ba.65 Savoia-Marchetti S.M.79 »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Sezioni

Bibliografia e fonti

Le nazioni in guerra

Risorse & approfondimenti

Informazioni

Follow Us