Menu

Cabot

USN - Official U.S. Navy photo 80-G-262768 from the U.S. Navy Naval History and Heritage Command USN - Official U.S. Navy photo 80-G-262768 from the U.S. Navy Naval History and Heritage Command

La Cabot era una portaerei leggera della classe Independence, attiva nel teatro del Pacifico nel corso della Seconda Guerra Mondiale e impiegata in addestramento dopo la guerra. La nave venne ricavata dallo scafo di un incrociatore della classe Cleveland, il Wilmington, che era in corso di costruzione nel 1942, venne quindi riclassificata come portaerei leggera, varata il 4 aprile 1943 entrò in servizio il 24 luglio dello stesso anno al comando del capitano Malcom Francis Schoeffel.

Nel 1947 venne ristrutturata e successivamente impiegata come nave scuola dal 1948 al 1955 e dal 1967 al 1989 venne presa in carico dalla marina militare spagnola che la impiegò con il nome di Dédalo. Falliti i tentativi di trasformarla in una nave museo venne demolita nel 2002.

 

Ultima modifica Domenica, 12 Luglio 2020 20:03

Informazioni aggiuntive

  • Nazione: USA
  • Pubblicità:
  • Tipo nave: Portaerei
  • Classe: Independence
  • Cantiere:

    New York Shipbuilding Corporation

  • Data impostazione: 1942-03-19
  • Data Varo: 1943-04-04
  • Data entrata in servizio: 1943-07-24
  • Lunghezza m.: 189.7
  • Larghezza m.: 33.27
  • Immersione m.: 7.9
  • Dislocamento t.: 14.751
  • Apparato motore:

    Due turbine General Electric, 4 caldaie, 4 assi

  • Potenza cav.: 100.000
  • Velocità nodi: 31.6
  • Autonomia miglia: 13.000
  • Armamento:

    26 cannoni Bofors da 40mm, 35 aerei

  • Corazzatura:

    Nessuna

  • Equipaggio: 1.569 tra ufficili e marinai

Altro in U.S. Navy

Bataan

La USS Bataan (CVL-29) era una portaerei leggera della Marina Militare americana della classe Independence; entrata in servizio nel 1943 partecipò alla Seconda Guerra Mondiale e alla Guerra di Corea. Fu demolita nel 1961.
Altro in questa categoria: « San Jacinto Langley »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Sezioni

Bibliografia e fonti

Le nazioni in guerra

Risorse & approfondimenti

Informazioni

Follow Us