Menu

Stinson L-5 Sentinel

Stinson L-5 Sentinel Stinson L-5 Sentinel

Come aereo da collegamento, ricognizione e osservazione del tiro d'artiglieria il Sentinel venne usato dal 1942 alla fine della seconda guerra mondiale ed ancora nella guerra di Corea. Una versione venne espressamente adattata al ruolo di aeroambulanza, permettendo di imbarcare una barella in fusoliera.

Concorrente del Piper L-4 Grasshopper, il Sentinel venne prodotto "solo" in tremila esemplari, numero decisamente inferiore a quello del rivale, ma si dimostrò un aereo complessivamente valido; come l'aereo Piper anche il Sentinel venne derivato direttamente da un aereo progettato per l'impiego civile, convertendolo all'uso civile con modiche che ne elevarono il carico massimo trasportabile.

Lo Stinson L-5 Sentinel è un monoplano monomotore ad ala alta e carrello fisso, propulso da un motore a quattro cilindri raffreddato ad aria.

Principali varianti dello Stinson L-5 Sentinel

  • O-62: versione per l'osservazione, la guida del tiro dell'artiglieria e per l'impiego civile, dotata di motore Lycoming 0-435-1 fu costruita in 275 esemplari
  • L-5: versione per l'osservazione, la guida del tiro dell'artiglieria e collegamento. Ne furono costruiti 1.538 esemplari di cui 79 trasferiti alla Marina e ai Marines dove vennero designati OY-1
  • L-5A: variante rimasta allo stadio di progetto con motore da 200 cavalli e impianto elettrico da 24 volt. Attenzione: viene spesso indicata la L-5A come versione molto comune, si tratta di un errore, nella maggior parte dei casi l'esemplare indicato è un L-5
  • L-5B: designazione usata per 729 con modifica alla parte posteriore della fusoliera che aveva un portellone per caricare una barella o carichi ingombranti; poteva essere convertito in idrovolante montando due galleggianti. 60 aerei di questa versione furono trasferiti alla RAF che dove erano indicati come Sentinel Mk II; 40 esemplari furono trasferiti alla Marina o ai Marines e designati OY-1
  • L-5C: 200 esemplari ottenuti dalla conversione di L-5B con l'adozione di macchine fotografiche per la ricognizione di tipo K-20
  • L-5D: versione mai entrata in produzione
  • L-5E: versione con spiccate caratteristiche di decollo e atterraggio corto (STOL), costruita in 750 esemplari. Questa versione aveva ruote e freni di dimensione maggiori e ipersostentatori a controllo manuale. 152 furono trasferiti ai Marines e alla Marina dove vennero come sempre indicati con la generica siglia OY-1; 30 L-5E furono modificati con impianto elettrico a 24 volt e indicati come OY-2
  • L-5E-1: versione STOL, derivata dalla L-5E con ruote e freni di dimensioni ancora maggiori
  • L-5G: versione simile alla L-5E ma con impinato elettrico da 24 volt e motore Lycoming 0-435-11 da 180 cavalli e elica a passo variabile. 115 esemplari furono costruiti prima della fine della guerra e un ordine in corso di esecuzione per altri 785 aerei venne cancellato. Gli ultimi esemplari prodotti vennero designati U-19B nel 1962
  • XL-5F: esemplare unico, usato per prove e valutazioni con motore Lycoming 0-435-2
  • U-19A: denominazione usata per gli L-5 ancora in servizio a partire dal 1962
  • U-19B: denominazione usata per gli L-5G ancora in servizio a partire dal 1962
  • OY-1: denominazione usata per 306 L-5 e L-5B trasferiti alla Marina e al Corpo dei Marines
  • OY-2: denominazione usata per 152 L-5E trasferiti alla Marina e al Corpo dei Marines e 30 OY-1 convertiti per usare l'impianto elettrico a 24 volt
  • Sentinel Mk I: denominazione usata dalla RAF per i 40 L-5 ricevuti in base agli accordi Lend Lease
  • Sentinel Mk II:denominazione usata dalla RAF per i 60 L-5B ricevuti in base agli accordi Lend Lease
  • L-5/235: variante con motore Lycoming 0-540-B da 235 cavalli usata per il traino alianti
Ultima modifica Venerdì, 26 Ottobre 2018 16:58

Informazioni aggiuntive

  • Modello: Stinson L-5 Sentinel
  • Costruttore: Consolidated Vultee Aircraft Corp.
  • Tipo: Collegamento, Ricognizione
  • Pubblicità:
  • Motore:

    Lycoming 0-435-1 a 4 cilindri contrapposti, raffreddato ad aria, da 185 HP

  • Anno: 1942
  • Apertura alare m.: 10.36
  • Lunghezza m.: 7.34
  • Altezza m.: 2.41
  • Peso al decollo Kg.: 916
  • Velocità massima Km/h: 209
  • Quota massima operativa m.: 4.815
  • Autonomia Km: 675
  • Armamento difensivo:

    -

  • Carico utile Kg.: -
  • Equipaggio: 2

Altro in USAF

Martin Baltimore

Il Baltimore è un bombardiere bimotore monoplano ad ala media, carrello retrattile, propulso da due motori Wright raffreddati ad aria.
Altro in questa categoria: « Piper L-4 Grasshopper Martin Baltimore »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Sezioni

Bibliografia e fonti

Le nazioni in guerra

Risorse & approfondimenti

Informazioni

Follow Us